Astra/Demoskopea: italiani, tipi da bar

Quella di prendere cappuccino e
brioche al bar in Italia è molto più di un’abitudine. E’ una
sorta di rito collettivo, condiviso da Bolzano a Cefalù, un
dato culturale assoluto che porta senza tema di smentita ad
affermare che per quanto riguarda la prima colazione gli
italiani possono senz’altro essere definiti dei “tipi da bar”.


A questa conclusione è giunta una ricerca commissionata dal
Consorzio Grancaffé ad Astra/Demoskopea: interviste telefoniche a 9
mila italiani di età compresa tra i 14 e i 79 anni, su un
campione rappresentativo dell’intera popolazione.
Nel nostro Paese sono ben 10 milioni 600 mila le persone che
fanno colazione al bar almeno due volte la settimana (22,4%). Il
58% di loro ordina un cappuccino, il 40% un caffé espresso. A
seguire, ma di parecchio, le ordinazioni di spremute (2,7%) e di
the (1,4%).
Il cappuccino è la bevanda prediletta in Lombardia, Liguria
e Lazio, e la città di gran lunga al primo posto per quanto
riguarda la colazione al bar è Roma: rispetto alla media
nazionale (che è appunto del 22,4%), a Roma la colazione al bar
a base di cappuccino (o espresso) e cornetto è del 36,1% dei
romani. Napoli è invece la capitale per quanto riguarda il
caffé espresso. Tra i consumi di espresso non standard vediamo
il predominio delle Marche per il decaffeinato, del Lazio per
l’espresso lungo, della Sardegna per quello ristretto. Nel
Triveneto, invece, vi è una predilezione superiore alla media
italiana per quanto riguarda il caffé corretto.
Per quanto riguarda le brioches, i 10,6 milioni di italiani
che almeno due volte la settimana fanno colazione al bar
prediligono quelle semplici (2,8 milioni, pari al 35%), o quelle
alla marmellata (2,6 milioni, 33%), mentre il consumo di
brioches alla crema è di 2,2 milioni (28%), al cioccolato di
1,5 milioni (18,5%). Percentuale irrisoria quella relativa alle
brioches salate (200 mila).
Gli italiani che sono soliti fare la
prima colazione al bar vogliono per lo più cominciare bene la
giornata (63%), oppure bere un buon caffé (61%). Ma c’é
anche chi va al bar per avere un momento di distensione e
relax (58%), oppure stare con gli amici (52%), oppure
ancora fare il pieno di energia (44%). Un ultimo dato: in
Italia il consumo medio di caffé è di quattro espressi al
giorno.