Madre e figlio intossicati a Savignano

Una giovane nigeriana di 27 anni e il figlio di 6 anni sono rimasti lievemente intossicati dal fumo sprigionato da un braciere, nella loro abitazione di Mulino a Savignano sul Panaro.

Pare che la famiglia avesse acceso del carbone per alimentare il braciere, forse per riscaldare l’ambiente o forse per cuocervi della carne. Ma il fumo e l’ossido di carbonio sprigionato ha provocato l’intossicazione. Il marito, intervenuto, ha portato in salvo la moglie e il figlio: sono stati condotti all’ospedale di Vignola, e il bimbo a Faenza, ma nessuno di loro sembra in gravi condizioni.