Sassuolo: albanese fermato per rapina a sala giochi

Un ventenne albanese, A. V., è stato fermato per rapina pluriaggravata dai carabinieri del Nucleo operativo della compagnia di Sassuolo, coadiuvati dai colleghi della stazione di Formigine.

Il giovane è ritenuto il responsabile di una rapina avvenuta nella tarda serata di lunedì nella sala giochi presso il residence hotel Green Park di Casinalbo di Formigine. Con il volto parzialmente travisato e brandendo un lungo coltello, il giovane aveva minacciato la cassiera e i clienti facendoosi consegnare l’incasso della serata, circa 5.000 euro, quindi era fuggito.

I carabinieri avevano raccolto numerose testimonianze sull’aspetto e le
caretteristiche del rapinatore, descritto come un giovane dall’inflessione albanese. I riscontri delle indagini hanno indirizzato i carabinieri verso un ragazzo albanese senza fissa dimora, che gravita nella zona di Magreta e dopo averlo sorpreso
nel sonno in un appartamento di Magreta lo hanno condotto in carcere. Le indagini proseguono anche per verificare se il giovane possa essere responsabile di altre rapine nella stessa zona.