Apre a Bologna ‘Arte Fiera’, 200 gallerie

Oltre 200 gallerie, un terzo
straniere, e musei, editori e istituzioni, con un denso
programma di iniziative culturali in un percorso espositivo di
qualità: è ‘Arte fiera’, la 29a edizione della rassegna che
ora aggiunge al logo ‘Art first’. La ‘vernice’ si è tenuta nel
pomeriggio di ieri alla fiera di Bologna; il salone sarà aperto da
oggi a lunedì.


Articolata in quattro nuovi padiglioni con nuovi allestimenti
ed un percorso espositivo completamente ridisegnato, la fiera
dell’arte apre anche la nuova sezione, ‘under 7000 euro’, con
trenta gallerie, italiane e straniere, che presentano
altrettanti giovani artisti. Tra eventi, presentazione di libri,
premi, mostre e progetti, previsti anche la prima assoluta di
‘L’ora della lucertola, il film che Mimmo Calopresti ha
realizzato sull’artista Mimmo Rotella (oggi al cinema
Lumiere), gli incontri con Carol Ramal, impegnata il 28 in un
dialogo sull’arte con Guido Curtò, e il 29 con Michelangelo
Pistoletto che presenterà la sua omonima Fondazione. In
calendario anche la presentazione della collezione Re
Rebaudengo.

L’obiettivo dei promotori di Arte Fiera (direttore artistico
é lo storico dell’arte Silvia Evangelisti) è di entrare tra le
prime cinque manifestazioni specializzate mondiali, dopo
Basilea, Parigi, Londra e Madrid. Nel 2004 la fiera ha
registrato 38.000 visitatori.
Tra le manifestazioni previste a in contemporanea a Bologna,
oltre a gallerie private, previste le mostre al Museo Morandi di
Josef Albers, alla Gam di ‘Still life’ del fotografo Luigi
Ghirri, ‘Viaggio in Italia’ di Will McBride, ‘Sorprendimi’, una
scelta dalla collezione permanente, a Villa delle Rose i
selezionati del ‘Premio Furla per l’arté, e ‘Netmage’, festival
dell’immagine elettronica previsto all’auditorium Manzoni, al
Cassero e nella Galleria D’Accursio.