Emilia-Romagna alla Bit di Milano con 70 operatori

Sarà il talk show del 14 febbraio a caratterizzare la presenza dell’Emilia-Romagna alla 25/a edizione della Borsa internazionale del Turismo (Bit), che si terrà a Milano dal 12 al 15 febbraio.

Nell’edizione 2005 lo stand dell’Emilia Romagna (padiglione 12, stand B10/24 C11/23) ha aumentato lo spazio a propria disposizione, occupando una superficie di 1.140 mq in cui ospiterà, oltre ai rappresentanti delle quattro Unioni di prodotto che caratterizzano il sistema turistico regionale – Città d’arte, Costa, Terme e Appennino – anche le nove province, che avranno uno spazio personalizzato (in cui potranno mostrare le immagini che caratterizzano le peculiarità di ciascun territorio), e 70 organizzazioni turistiche pubbliche e private che usufruiranno di un ‘open space’ per allacciare contatti e scambi commerciali.

Gli operatori accreditati potranno inoltre partecipare al workshop Buy Italy che si terrà il 13 e 14 febbraio dalle 10 alle 16 nel padiglione 17. La filosofia dello stand, progettato dalla scenografa bolognese Silvia Veronesi per conto di Apt Servizi, è quella di identificare l’unicità e la tipicità di ogni singola provincia attraverso “scatole della memoria” che ricordano le casse di legno che trasportano le opere d’arte all’interno delle quali ci sarà un’anima luminosa (un pannello con teche e immagini) che comunicherà le valenze del territorio, dandone una percezione positiva. I riferimenti saranno ai colori e ai sapori dell’enogastronomia, alle bellezze artistiche, alla sensazione di libertà vissuta dal turista che trascorre una vacanza in Emilia Romagna e che lo induce a tornare.

Nel 2004 la Regione Emilia- Romagna aveva reso omaggio, col suo stand, a Federico Fellini. Nel 2005 il riconoscimento andrà a Enzo Ferrari, testimone dell’imprenditorialità emiliano romagnola, della sua fantasia, del legame con le proprie radici, della voglia di emergere guardando al futuro ispirandosi alle tradizioni. Un pannello luminoso posto al centro dello stand racconterà, attraverso immagini, alcuni dei momenti salienti della vita di Ferrari e sarà inoltre possibile ammirare due vetture storiche: una Ferrari 125 S, la prima Ferrari prodotta nel 1947, della Galleria Ferrari, e una RL Targa Florio del 1924, l’auto che lo stesso Drake aveva guidato nella coppa Acerbo (una delle sue prime corse importanti), proveniente dal museo Alfa Romeo di Arese. Lo stand ospiterà inoltre il plastico del progetto che prevede il recupero della casa del Fondatore, a Modena.