In Appennino ‘Sulle orme del lupo’

Dal 28 gennaio all’8 febbraio le montagne modenesi e reggiane faranno da sfondo ad una spettacolare traversata, compiuta su slitte trainate dai cani.


Lo sleddog, sport tipico dei paesi nordici, arriva anche sul nostro Appennino grazie ad un’affascinante manifestazione sportiva che vedrà le montagne modenesi e reggiane attraversate da alcuni equipaggi su una slitta trainata da stupendi cani. Sono ben trenta gli esemplari di Siberian Husky, Alaskan Malamute e Alaskani che daranno vita, insieme a sei team di appassionati, nei due fine settimana tra il 28 gennaio e l’8 febbraio, a “Following Wolf Tracks” (“Sulle orme del lupo”) una competizione nella quale cani ed equipaggi mettono alla prova la loro resistenza ed abilità strategica, in un’atmosfera che richiama alla mente le famose pagine dei romanzi di Jack London.

Giunta quest’anno alla seconda edizione, la traversata percorre le antiche piste e sentieri di alta quota che un tempo erano vie di collegamento tra i versanti toscano ed emiliano dell’Appennino. L’obiettivo dei partecipanti è di diffondere anche nelle nostre zone la cultura dello sleddog, sport di origine nordica ancora poco praticato sulle nostre montagne. L’avventura è organizzata dal Wandi Ista Team di Lucca e dalla Pro Loco Miscoso di Ramiseto (Re), con la collaborazione della Pro Loco di Piandelagotti (Mo).

La gara si svolge a tappe, prima di ogni partenza gli equipaggi sono a disposizione del pubblico che vuole avvicinarsi a questa disciplina sportiva.

La partenza della prima tappa è fissata per domani pomeriggio alle ore 16 da Piandelagotti (Mo). Cani e musher (i conduttori delle slitte) correranno fino a Casone di Profecchia, vicino al Passo delle Radici in provincia di Lucca, dove è previsto l’arrivo intorno alle ore 18,30. Sabato 29 gennaio partenza da Casone di Profecchia alle ore 10 con arrivo a Sant’Anna Pelago (Mo) previsto per le ore 13. Domenica 30 gennaio le slitte partiranno, sempre alle ore 10, da Sant’Anna Pelago e arriveranno alle Piane di Lama Mocogno (Mo) alle ore 13.

Seguirà una settimana di pausa per dare modo a cani ed equipaggi di ristorarsi e trasferirsi a Febbio, sull’Appennino reggiano, da dove si parte nuovamente domenica 6 febbraio con destinazione Ligonchio (Re). Lunedì 7 febbraio si prosegue da Ospedaletto, con partenza alle ore 16, e si arriva a Cerreto Laghi. Ultima tappa, infine, martedì 8 febbraio da Cerreto Laghi a Miscoso di Ramiseto, sempre sulle montagne reggiane.

La manifestazione possiede anche un interessante risvolto storico-culturale: gli equipaggi percorreranno infatti alcuni tratti della Via Vandelli (un tempo nota come “Via del sale”), e di antiche vie liguri. Lungo la loro strada porteranno come testimonial – consegnato loro alla partenza dalle autorità – proprio un sacchetto di sale, bene prezioso nei tempi andati, che scambieranno con altre merci nel corso della traversata.