Modena: bilancio 2005, ok del Consiglio Comunale

Il Consiglio comunale di Modena ha approvato con il voto favorevole della maggioranza e quello contrario dell’opposizione il Bilancio 2005 e le linee di indirizzo per il triennio 2005-2007. Il documento approvato dopo quasi 12 ore di dibattito conferma le cifre già presentate nel corso della seduta consiliare di dicembre, a partire dalla spesa corrente, ferma a 205 milioni di euro malgrado l’aumento fisiologico dei costi.

Sul fronte dei servizi sono stati confermati, tra gli altri, i 30 posti in più nelle strutture protette per anziani, 23 per i minori in difficoltà, oltre 100 tra asili nido e scuole dell’infanzia. Invariati anche i dati relativi agli investimenti che toccano quota 103 milioni di euro, livello massimo consentito dal patto di stabilità. L’80% degli investimenti è stato autofinanziato, senza il ricorso cioè all’indebitamento dell’Amministrazione. Nel dettaglio, sono previsti oltre 23 milioni di euro per migliorare la viabilità, circa 20 milioni per le politiche abitative, 11 milioni per l’ambiente e 10 milioni per la sanità, in particolare per l’avvio delle attività del “Nuovo Ospedale S.Agostino-Estense” di Baggiovara.

Nel corso della seduta sono stati approvati degli emendamenti presentati dalla maggioranza, relativi al piano di investimenti triennale 2005-2007. Alcuni emendamenti di tipo tecnico hanno riguardato lo slittamento al 2005 di interventi relativi alla viabilità, mentre altri emendamenti – sempre presentati dalla maggioranza ed approvati – hanno riguardato l’ambiente e lo sport. Tra le novità più rilevanti si segnala da un lato una spesa per investimenti in incremento di circa 2 milioni di euro nel 2005 destinata al finanziamento per il potenziamento dell’impiantistica sportiva e, dall’altra, una previsione di investimenti di 275mila euro (125mila nel 2005 e 150mila nel 2006) per l’adozione di impianti fotovoltaici presso gli edifici scolastici comunali. Tra gli investimenti in previsione nel 2005, inoltre, anche 200mila euro per la manutenzione straordinaria dell’anello del parco Novi Sad, 250mila per l’Agenzia Casa, 6 milioni e 300mila euro per nuove acquisizioni di aree Peep e quasi 3 milioni per 20 alloggi di edilizia sovvenzionata nel Peep.

Infine, è stato anche approvato un Ordine del giorno con cui si chiede, dopo la verifica della disponibilità di ulteriori risorse nel corso del 2005, di potenziare il fondo destinato alla cooperazione internazionale, tema che ha assunto ancora maggior rilevanza dopo la tragedia del maremoto nel Sud-Est asiatico. Si è anche registrata la sollecitazione dei presidenti delle Circoscrizioni sul decentramento, oltre che di altri consiglieri che hanno richiesto maggiori investimenti su spesa corrente nei settori dello sport e della cultura.