Corte Costituzionale: legittima acquisizione conti Regioni

Il Governo non incide sulle competenze regionali se dispone l’acquisizione ‘di elementi conoscitivi e la codificazione generalizzata di dati economici delle Regioni stesse’.

Lo ha sancito la Corte Costituzionale che si è espressa su una questione di legittimità costituzionale proposta da Valle d’Aosta ed Emilia Romagna, in riferimento alle disposizioni contenute nella Finanziaria 2003.

In particolare la Regione autonoma Valle d’Aosta aveva ricorso contro la norma che impone agli enti locali di inviare telematicamente ‘il rendiconto completo di allegati, le informazioni relative al rispetto del patto di stabilità interno, nonchè i certificati del conto preventivo e consuntivo’ alle sezioni enti locali della Corte dei conti. Secondo la Regione autonoma la disposizione, ‘dettando disposizioni di dettaglio in ambiti riferibili a materie di competenza residuale della Regione o comunque di legislazione concorrente, contravverrebbe alle competenze della Valle d’Aosta’.

La Corte Costituzionale ha invece dichiarato non fondata la questione in quanto, tra l’altro, ‘la previsione di obblighi informativi è di per sè inidonea a ledere sfere di autonomia