Sassuolo: antenna telefonia su Circonvallazione

Ieri pomeriggio l’amministrazione comunale, presenti il sindaco Pattuzzi, il vicesindaco Giancarlo Diamanti, l’assessore ai lavori pubblici Sandro Morini e l’assessore all’ambiente Giuseppe Megale, ha incontrato i residenti della zona sulla circonvallazione in cui è stata installata la nuova antenna per telefonia mobile che ha provocato molte proteste nei giorni scorsi. Il tema è stato poi discusso anche nel consiglio comunale di ieri sera.

Ai cittadini sono state date risposte puntuali e anche rassicurazioni su ulteriori tentativi da parte del Comune per modificare la situazione.

“Va sottolineato – ha spiegato il sindaco – che il Comune in questo ambito ha il solo compito di far rispettare le leggi e i regolamenti vigenti. Va anche detto che la legge regionale che ha disciplinato l’installazione di questi impianti, è molto più restrittiva della legge dello Stato, che l’attuale governo di centro-destra ha approvato all’insegna della più totale liberalizzazione delle installazioni, dovunque e senza limitazioni. La Regione Emilia Romagna invece ha richiesto limiti di emissione molto inferiori allo standard nazionale e il regolamento comunale ha disposto l’impossibilità di installare le antenne su edifici sensibili (quali ospedali, scuole), consentendo di attivarle solo su strutture tecniche, quali torri faro, serbatoi dell’acqua, fissando la circonvallazione come confine entro il quale nuove antenne non possono essere attivate”.

Pattuzzi ha anche sottolineato che le misurazioni di Arpa e Ausl sono state effettuate sulla base dei modelli di simulazione approvati a livello nazionale e hanno dato risultati inferiori alla metà del limite di attenzione per le emissioni di onde elettromagnetiche.
E’ stato inoltre precisato dai tecnici comunali (erano presenti all’incontro del pomeriggio anche i responsabili dei settori urbanistica, lavori pubblici e ambiente) che l’installazione attuale è comunque provvisoria e che l’intento del Comune era e resta quello di autorizzarla in via definitiva sull’aiuola spartitraffico della circonvallazione, nel punto più equidistante da tutte le abitazioni. E’ allo studio una soluzione tecnica che consenta questo spostamento.
Infine nel consiglio comunale di ieri sera il sindaco ha anche assicurato che le misurazioni nella zona residenziale e all’interno della scuola materna Sant’Agostino, la più vicina all’impianto, saranno costanti e garantite con installazione di rilevatori fissi, in modo che non possano mai verificarsi superamenti delle soglie di attenzione.
In ogni caso, va ribadito che tutti i passi possibili per rendere minimo il disagio dei cittadini sono stati fatti dall’amministrazione (a partire dall’iniziale parere negativo, superato dall’azienda concessionaria con un ricorso al Tar, passando poi a tutte le misurazioni e al controllo del completo rispetto di tutte le leggi e i regolamenti vigenti).