Un kit di sopravvivenza per comunicare la scienza

La Conferenza Nazionale dei Presidi delle Facoltà di Scienze e tecnologie ha messo a disposizione sul proprio sito web, Con.Scienze, la versione on-line del lavoro del dott. Giovanni Carrada “Comunicare la scienza: un kit di sopravvivenza”.


L’iniziativa rientra tra le azioni intraprese dalla Conferenza per la sensibilizzazione dell’opinione pubblica su un tema di grande attualità a livello internazionale quale il calo di interesse per le scienze da parte dei giovani.

Il libro si apre con una riflessione su come e perché stanno cambiando i rapporti fra scienza e società , prosegue poi con una panoramica sui
concetti base della comunicazione al pubblico, quindi ci parla di tutto quello che bisogna fare prima di mettersi al lavoro, in fase di progettazione. Il lettore troverà probabilmente più sorprese in questa prima parte del libro, costituita dai primi tre capitoli, perché è quella che lo aiuta a cominciare a pensare come un comunicatore. La
seconda parte è invece dedicata alla pratica della comunicazione della scienza.
Sia che si intenda farla in prima persona, sia che si lavori con giornalisti o altri professionisti della comunicazione, il libro è una vera e propria miniera di informazioni e suggerimenti utili per il ricercatore che voglia o debba far sentire la propria voce nel rumoroso mondo di oggi.

Giovanni Carrada, biologo, dal 1989 si occupa di comunicazione della scienza e della tecnologia al grande pubblico. Autore della trasmissione televisiva SuperQuark, di dieci libri, tre opere multimediali e diversi filmati, ha partecipato alla progettazione di una quindicina di mostre e musei e ha alle spalle un’intensa attività giornalistica. Consulente per progetti di comunicazione, è docente a contratto di comunicazione della
scienza presso l’Università di Siena e l’Università di Roma “Tor Vergata”.