Altri fondi per la viabilità dell’Appennino modenese

Sono arrivati nuovi finanziamenti per l’Appennino, provenienti dal Patto territoriale. I questi giorni la Provincia di Modena ha incassato dalla Cassa depositi e prestiti oltre un milione e 300 mila euro che serviranno a concludere i lavori di adeguamento della strada provinciale 33 da Pavullo a Polinago e la variante di Lama di Monchio di Palagano. E nei prossimi giorni sono attesi altri 250 mila euro a favore del Comune di Frassinoro per la ristrutturazione della strada comunale Gronde del mare.


Le erogazioni finora effettuate con i Patti territoriali salgono così a 108, per un totale di 16 milioni di euro.

Sono decine i progetti che beneficiano dei finanziamenti previsti dai Patti Territoriali promossi e gestiti dalla Provincia di Modena e destinati a soggetti che operano in aree svantaggiate.

I finanziamenti – che ammontano complessivamente a oltre 30 milioni di euro – sono la conclusione di una lunga fase di concertazione tra parti sociali, enti locali e altri soggetti pubblici e privati del territorio che ha coinvolto complessivamente 51 enti.

Tra gli interventi spiccano gli adeguamenti della viabilità (già inaugurate le opere sulla sp 32 tra Frassinoro e Montefiorino e la variante di S.Giacomo a Montese), gli interventi su strutture pubbliche (come il palazzetto dello sport di Sestola) e i fondi ad aziende private.

Sono due i Patti Territoriali: uno “generalista” a favore di iniziative imprenditoriali nei settori manifatturiero, turismo, servizi e interventi infrastrutturali promossi da enti e società pubbliche locali (Provincia, Comunità Montane, Comuni, Meta, Aeroporto di Pavullo) e uno “agricolo” che interessa 21 iniziative di imprese agricole e agroindustriali principalmente del settore lattiero-caseario.

Finora è stato avviato il 75 per cento dei programmi di investimento delle imprese del Patto generalista e il 100 per cento di quelle del patto agricolo.