Reggio E.: il jazz protagonista delle anteprime ‘Mundus’

E’ il jazz il protagonista delle anteprime del cartellone estivo ‘Mundus’, manifestazione musicale che si articola in molti comuni della provincia reggiana: si parte il 28 aprile con il concerto degli ‘Jaga Jazzist’ al teatro Comunale di Boretto (che il 28 maggio ospiterà i Modena City Ramblers), mentre il 16 maggio, il teatro Asioli di Correggio, proporrà ‘Stefano Bollani e Antonello Salis’.


Originari di un piccolo centro vicino a Oslo, Tonsberg, dove si sono formati nel 1994, gli ‘Jaga Jazzist’ sono una band di dieci elementi che unisce ai fiati (tuba, sax, tromba, trombone, flauto) anche l’elettronica, ottenendo così una musica di forte contaminazione stilistica proposta in una dozzina di dischi. Molto popolari nei paesi scandinavi, gli ‘Jaga Jazzist’ stanno proponendo il loro sound in un lungo tour europeo.

E’ il pianoforte il protagonista del duo ‘Bollani-Salis’ (il secondo è anche fisarmonicista), musicisti italiani tra i più aperti verso progetti anche al di fuori del contesto jazzistico. Se Salis è conosciuto in particolare per l’attività in solo e con il trio Paf (con Fresu e Di Castri), Bollani si è fatto notare nel quartetto di Enrico Rava e, in seguito, con una ricca produzione discografica come leader che gli ha fatto guadagnare consensi in tutta Europa.

I ‘Modena City Ramblers’ presenteranno ‘Appunti partigiani’, il nuovo disco appena pubblicato con cui il gruppo prosegue, tra folk e pop, un percorso stilistico in cui l’impegno civile è al primo posto con testi di forte impatto emotivo.