Venduta allo Stato ultima porzione Palazzo Solmi

Il Comune di Modena ha venduto allo Stato anche l’ultima porzione di Palazzo Solmi. L’intero piano nobile dell’edificio che si affaccia su via Emilia, il grande cortile centrale e altri ambienti al secondo e al terzo piano sono ora a disposizione della Soprintendenza per il patrimonio storico artistico e etnoantropologico, che potrà così procedere alla scelta dell’impresa che eseguirà il restauro e il recupero dell’immobile.

Con la vendita allo Stato dell’ultima porzione di palazzo Solmi, il Comune ha completato il trasferimento di 2 mila 625 metri quadrati di superficie per una cifra complessiva di oltre 442 mila euro e ha portato a termine il piano di recupero deliberato dal Consiglio comunale nel febbraio del 1997.

“La prossima tappa importante – commenta l’assessore comunale al Patrimonio Antonino Marino – sarà quindi l’assegnazione dei lavori e l’apertura di un cantiere che riporterà alla pubblica fruizione un’importante porzione del centro storico. Sale espositive, un centro conferenze, laboratori didattici e uffici della Soprintendenza saranno realizzati negli spazi oggi a disposizione dello Stato e domani a disposizione degli eventi culturali di Modena”.