Bologna: consiglio comunale, irruzione dipendenti

Il vice presidente del Consiglio comunale di Bologna, Paolo Foschini, ha sospeso intorno alle 17.30, i lavori dell’assemblea riunita a Palazzo d’Accursio in seguito all’irruzione in aula di una trentina di dipendenti comunali che hanno protestato urlando, esponendo striscioni e un filo con appesa della biancheria intima contro il taglio del 30% ai salari di produttivita’ per circa 4 mila lavoratori.


Dopo aver distribuito un documento recante le loro richieste, i manifestanti hanno lasciato pacificamente palazzo d’Accursio e i lavori del Consiglio sono ripresi regolarmente.