Bologna: provincia chiede stato emergenza per Scascoli

In attesa della dichiarazione dello stato di emergenza che dovrebbe arrivare probabilmente gia’ entro la fine della settimana, si e’ svolta nella sede dell’assessorato alla Viabilita’ della Provincia di Bologna la riunione per approfondire la situazione relativa ai danni e disagi causati dalla frana di Scascoli dello scorso 11 marzo.


Provincia e Protezione Civile hanno confermato l’intenzione di chiedere alla Regione Emilia Romagna un’anticipazione sui finanziamenti governativi, in modo da poter procedere al piu’ presto con i lavori piu’ urgenti.
Si riuscirebbe cosi’ a sfruttare la stagione favorevole e ad arrivare entro giugno a rimuovere completamente i detriti e a mettere in sicurezza i cantieri. In proposito e’ stato comunicato che proprio stamattina sono iniziati i primi lavori di sgombero e rimozione dei massi come previsto dal primo stralcio di finanziamenti gia’ messi in campo dalla Regione.

La Provincia ha dichiarato che sollecitera’ inoltre la stessa Regione perche’ nei Comuni interessati dalla frana vengano attuati interventi di manutenzione straordinaria sulla viabilita’ ove adesso si scarica il traffico della Fondovalle. La riunione si e’ conclusa con l’impegno da parte dei rappresentanti del Tavolo di lavoro di attuare al piu’ presto alcuni interventi coordinati a sostegno dell’economia locale messa in difficolta’ dall’attuale situazione.



Le iniziative che si stanno mettendo a punto andranno a favore di tutti i settori: artigianato, commercio, turismo, cultura e agricoltura. Verra’ infine tenuto uno stretto rapporto con i parlamentari dei collegi provinciali, perche’ supportino l4approvazione nei tempi piu’ rapidi del provvedimento governativo.