Sassuolo: Tarsu, pesanti aumenti a carico dei commercianti


“Come volevasi dimostrare: nell’ambito del servizio rifiuti, il passaggio da tassa a tariffa della Tarsu, tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, sta penalizzando pesantemente tutto il mondo del commercio”.

“L’aumento medio, come si può constatare verificando le cifre riportate sui bollettini che in questi giorni stanno arrivando agli operatori, è del 9%, ma per alcune categorie l’incremento raggiunge percentuali decisamente più consistenti, in alcuni casi si arriva ad un più 50%. È una preoccupazione che come Associazione di categoria avevamo espresso al momento dell’elaborazione del bilancio da parte del Comune. Le nostre richieste di rinvio e di approfondimento non furono accolte ed ora molti commercianti si trovano a dover sostenere un aggravio di costi in un momento in cui certamente non si può essere particolarmente ottimisti rispetto all’andamento delle imprese – sottolinea Carlo Alberto Valentini, direttore della sede di Sassuolo di Confesercenti”.

“Comprendiamo le difficoltà degli enti locali che si trovano a dover fare i conti con la diminuzione dei trasferimenti da parte dello Stato, quindi il nostro intervento non vuole essere un’accusa, quanto piuttosto la richiesta di un’attenzione particolare per il settore. Ci preme infatti sottolineare che le imprese del commercio, soprattutto quelle di piccole e medie dimensioni, stanno attraversando una fase di difficoltà e si rende perciò necessaria un’attenzione particolare, anche da parte della pubblica amministrazione, per creare condizioni che sostengano il loro rilancio – conclude Carlo Alberto Valentini.