Assopiastrelle: Sassi guida delegazione in Florida

L’Italia non solo e’ il
primo fornitore estero di piastrelle degli Usa, ma e’ anche il Paese che negli Stati Uniti ha investito maggiormente sia a livello commerciale che produttivo: il presidente di Assopiastrelle Sergio Sassi, il direttore generale Franco Vantaggi e il vice presidente per le attivita’ promozionali Enzo Mularoni, insieme a Roberto Luongo, direttore della rete Nord America di ICE, hanno illustrato a Orlando, in Florida – dove e’ in corso la fiera Coverings 2005 – i piani di sviluppo dell’industria ceramica made in Italy in terra americana.


Sassi ha sottolineato come il consumo interno statunitense abbia raggiunto nel 2004 quasi i 300 milioni di metri quadrati, con una espansione nell’ordine del 10%, di cui l’Italia copre il 26,1% del totale, a conferma del nostro Paese quale market leader: ”Premesso che la forte crescita di mercati come la Cina, il Brasile e le Thailandia ha coinciso con una stasi nei prezzi medi di vendita, e’ rilevante il fatto che il 37% circa della capacita’ produttiva di piastrelle di ceramica negli Usa e’ riconducibile, direttamente o tramite joint-venture, ad aziende italiane – ha sottolineato Sassi – Noi crediamo ad un modello di sviluppo economico internazionale in cui le monete esprimano il reale valore delle rispettive economie, in cui le relazioni commerciali si trasformino sempre di piu’ in consolidati rapporti di partnership tra gli interlocutori”.


Il premio ”Ceramic Tiles of Italy Design Competition 2005” e’ andato allo studio di architettura TMP Associates. Michael P.
Johnson, dell’omonimo studio, ha ritirato invece il premio ”Architettura Commerciale”. Il terzo premio, relativo al ”Design d’Interni”, e’ andato anch’esso allo studio Michael P.
Johnson Design.