‘Domeniche in fattoria’: non solo enogastronomia

La domenica in fattoria, oltre alle degustazioni per conoscere i prodotti tipici e biologici di ogni azienda, offre in diversi casi anche attività di gioco e di intrattenimento di ogni tipo: dalla passeggiata a cavallo o sul carro, al corso di cucina con erbe aromatiche, ai giochi per bambini, al ballo, alle mostre di pittura e scultura campestre, ai laboratori sugli antichi mestieri rurali.


Tra quelle previste la Provincia ne segnala alcune.

Per chi vuole andare in montagna, nell’azienda agrituristica La Palazza di Fanano, dopo avere fatto il formaggio nel calandrino in rame, come si faceva una volta, oppure con le attrezzature moderne, si potrà partecipare a giochi, balli e alla festa nell’aia, mentre per tutta la giornata c’è la possibilità di passeggiate a cavallo o giretti per bambini.

Nella fattoria I Rodi, sempre di Fanano, i visitatori saranno guidati alla scoperta dei vecchi mestieri, mentre nell’azienda Cà de Frà di Sestola scultori locali insegneranno a lavorare l’argilla; nella Fattoria del Parco, a Gorzano di Maranello, invece, si terranno spettacoli e animazioni per bambini piccoli e grandi. Alla coop Casearia Castelnovese è stata organizzata una singolare “caccia” al Parmigiano-Reggiano.

Nell’azienda La Barchetta di Nonantola la compagnia “Et la Piva, dal Zofel, et l’Ucareina” allieterà il pomeriggio con suoni e strumenti del passato. Nell’azienda Paltrinieri di Sorbara si svolgerà uno spettacolo con le maschere modenesi della famiglia Pavironica (solo il 15 maggio).


A Massa Finalese, nell’azienda agricola Fabbri, sarà allestita una mostra di quadri ispirati all’antica civiltà contadina e al lavoro nei campi. A San Felice, nell’azienda Modena, funzionerà un laboratorio per la lavorazione della carta, mentre nella fattoria Albe viene proposto un percorso a piedi o in bicicletta e da Zucchi, sempre di San Felice, sarà allestita una mostra di acquarelli del pittore Gianni Pedrazzi.

A Concordia l’azienda Guerzoni proporrà invece un corso pratico di cucina con fiori ed erbe aromatiche e conversazioni sull’agricoltura biodinamica.