Bologna: indagati per falso titolari società

I proprietari di un complesso immobiliare hanno tentato di far diventare quattro i tre edifici, destinati ad essere abbattuti e ricostruiti, realmente esistenti su un terreno alla periferia di Bologna.
L’ufficio tecnico del comune e lo speciale nucleo dei vigili urbani che si occupa di edilizia ha pero’ scoperto il trucco e i componenti della societa’ proprietaria degli immobili sono finiti indagati per falso in una inchiesta condotta dal Pm Antonio Rustico.


Il complesso, in zona San Donato, era stato messo in vendita dal Comune e acquistato ad un’asta dalla societa’. Nella relazione tecnica si elencano gli edifici: casa colonica, stalla-fienile e una costruzione diroccata. I nuovi propietari hanno presentato una pratica per la demolizione e la ricostruzione dei fabbricati. Nella pratica l’elenco degli immobili, pero’, si e’ trasformato perche’ il trattino e’ diventato una virgola: casa colonica, stalla, fienile e costruzione diroccata. Quattro edifici al posto di tre.

La pratica e’ stata corredata di fotografie: la quarta costruzione, in realta’, era stata fatta con assi di legno e fotografata. Tra l’altro qualcuno aveva pure segnalato la presenza della costruzione in legno pensando che fosse stata fatta da abusivi con l’intenzione di abitarci.