Furto minimoto: coinvolti giovani sassolesi e reggiani

Un giro di mini moto rubate e’ stato stroncato dai carabinieri di Scandiano che hanno denunciato otto giovani tra i 17 e i 20 anni residenti tra il reggiano e il modenese, tutti appartenenti a buone famiglie, anche facoltose, e divenuti ladri per gioco spinti dalla passione delle mini moto.


Nei guai per furto aggravato sono finiti un 20enne di Scandiano, due 19enni e un 18enne di Sassuolo e quattro 17enni residenti tra Sassuolo e Casalgrande, tutti italiani, studenti o apprendisti operai, incensurati. Il gruppo aveva preso di mira un’azienda di Rubiera, nel comprensorio ceramico reggiano, leader nella vendita all’ingrosso di mini moto.



L’ultimo furto avvenuto la notte del 10 maggio scorso aveva portato all’identificazione di tre ladri e successivamente degli altri 5 che avevano rubato dalla stessa azienda nell’ultimo week-end 5 mini scooter. In totale erano stati rubati 7 mezzi per un un valore commerciale di circa 3mila euro.