L’Università degli studi di Modena e Reggio riscopre la sua storia

Costituzioni per l’Università di Modena ed altri studi negli Stati di Sua altezza Serenissima‘(1772) è il titolo del libro che verrà presentato domani alle 10.30 nella suggestiva cornice dell’Aula Magna della sede centrale d’Ateneo, in via Università 4 a Modena.

L’importanza ed il valore dell’evento è sottolineato dalla presenza e dagli indirizzi di saluto recati dal Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Gian Carlo Pellacani, dal Preside della facoltà di Giurisprudenza prof. ssa Alessandra Bignardi e dal Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche prof. Massimo Montanari.

Quindi il prof. Carmelo Elio Tavilla illustrerà il volume, ricucendo il contesto e sottolineando gli aspetti più significativi della riforma contenuta nella Costituzione del 1772.

Il quadro storico sulle vicende, che hanno fatto da sfondo allo sviluppo dell’Ateneo, sarà completato dagli interventi pronunciati dal prof. Ferdinando Taddei, Presidente della Commissione per la storia dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, e dal prof. Paolo Tongiorgi, componente delle medesima Commissione, incaricata dal Consiglio di Amministrazione di raccogliere, conservare e valorizzare i materiali che compongono la plurisecolare tradizione accademica dell’Ateneo.