Sassuolo: al via lavori bretella Campogalliano-Sassuolo

Il ministero delle Infrastrutture
ha sbloccato l’iter per la realizzazione della bretella autostradale Sassuolo-Campo Galliano, che mettera’ in collegamento il distretto delle ceramiche modenesi con le autostrade A1 e A4.

L’annuncio e’
stato dato a conclusione di un incontro che si e’ tenuto presso l’Unione industriali di Modena al quale hanno partecipato il presidente di Confindustria Luca Cordero di Montezemolo, il ministro per le infrastrutture Pietro Lunardi, il ministro per i Rapporti con il Parlamento Carlo Giovanardi, l’assessore dei Trasporti per la Regione Emilia Romagna Alfredo Peri, il sindaco di Modena Giorgio Pighi, il sindaco di Sassuolo Graziano Pattuzzi e il presidente della Provincia di Modena Emilio Sabbatini.



A manifestare per primo soddisfazione per il positivo esito dell’incontro e’ stato proprio il numero uno di Confindustria che, uscendo dalla sede dell’Unione industriali, ha innanzitutto dichiarato di essere ”contento che si sia realizzata un’opera fondamentale per le industrie e per i cittadini che tanti anni attendeva risposte”.
Poi, Montezemolo non ha mancato di riconoscere il ruolo fondamentale che hanno giocato il ministero e gli enti locali che di concerto hanno operato affinche’ la bretella potesse finalmente vedere la luce.


Il ministro Lunardi, nel corso della conferenza stampa che e’ stata organizzata a seguito dell’incontro, ha ricordato che la bretella Campo Galliano-Sassuolo ”era stata inserita nel 2001 nel programma delle infrastrutture strategiche del Cipe come opera prioritaria”. Successivamente e’ entrata a far parte dell’Intesa quadro con la Regione Emilia Romagna, ma soprattutto il ministro per le Infrastrutture ha sottolineato come la bretella sia stata ”fortemente voluta da Montezemolo, nel 2003, quando il progetto e’ stato presentato ai ministeri per le Infrastrutture e dell’Ambiente”.



Il progetto e’ stato poi approvato dal Cipe il 18 marzo del 2005 e i finanziamenti per la realizzazione dell’opera sono a carico dell’Anas. Ora il progetto definitivo, ha spiegato Lunardi, e’ in fase di redazione e verra’ consegnato al ministero entro luglio. Seguira’ una fase istruttoria per il successivo passaggio al Cipe. gia’ con la fase istruttoria, pero’, l’Anas potra’ avviare la ‘pre-qualifica’ delle imprese. Con l’approvazione del Cipe, poi, partira’ la gara d’appalto per l’individuazione del general contractor. Trenta i mesi necessari per ultimare i lavori. In particolare il ministro Lunardi ha sottolineato di aver chiesto ”di iniziare a marzo-aprile 2006 i lavori”.