Bologna: disobbedienti ‘occupano’ la Fabbrica di Prodi

Un gruppo di oltre cinquanta disobbedienti, capeggiati da Luca Casarini e Giammarco De Pieri, ha ‘occupato’ simbolicamente la Fabbrica del programma di Romano Prodi.

I giovani, che protestano contro l’arresto di tre disobbedienti avvenuto a Bologna per l’occupazione di alcuni locali privati in zona universitaria, si sono presentati alla Fabbrica dicendo di voler fare in quella sede una conferenza stampa per parlare di amnistia e indulto. Una scelta, hanno spiegato i leader, motivata dal fatto che a Bologna la Fabbrica è il posto più visibile per ragionare di politica.