Bologna: precipita da cavalcavia durante fuga

Un serbo di 20 anni clandestino e noto per reati contro il patrimonio, è deceduto ieri sera a Bologna dopo la caduta da un ponte mentre cercava di sfuggire agli agenti di polizia.

Durante i giri di perlustrazione, verso le 20,30, la volante si è imbattuta in una auto scura con 3 individui a bordo che alla vista della polizia ha cercato di fuggire. Ne è nato un inseguimento che si è concluso poco dopo sul cavalcavia che attraversa i binari in via dello Smistamento. In auto gli agenti hanno trovato due scanner sintonizzati sulla frequenza della polizia, 3 paia di guanti sporchi, un piede di porco, una mazza in ferro, un martello, dei telefonini e 3 torce elettriche.

Quanto è stato fermato per controlli l’uomo ha presentato una patente falsa. Stessa cosa ha fatto il croato di 26 anni che sedeva al lato passeggeri e che aveva una carta d’identità contraffatta. Il passeggero seduto dietro, un serbo di 26 anni, era invece sprovvisto di documenti.