Modena: Philippe Daverio inaugura ‘Musei da gustare’

Sarà il critico d’arte Philippe Daverio a inaugurare, questo pomeriggio alle 18, al teatro della Fondazione San Carlo, la manifestazione ‘Musei da gustare‘ organizzata dalla Provincia con la Fondazione Cassa di Risparmio di Modena in occasione della VII Settimana dei Beni culturali.


L’incontro-conferenza con Daverio verterà sul tema “Questioni di gusto”, che è poi il motivo conduttore dell’iniziativa. Si tratta infatti di un progetto coordinato a livello di Sistema museale provinciale sul tema del museo come contesto ideale dove sperimentare i diversi “gusti” attraverso i quali si esprime la vita: il gusto di sorprendere, creare, raccontare, gustare, esplorare. Sono infinite le modalità attraverso le quali si può “onorare il gusto” al museo: il gioco, la musica, il teatro, i laboratori, la creazione, persino gli assaggi gastronomici.

Si comincia dunque oggi, con appuntamenti ai Musei civici dove c’è una visita guidata “semiseria” alla mostra su Nicolò dell’Abate (ore 16,30), a Fiumalbo con l’esplorazione delle tradizioni religiose nella chiesa “dei Rossi” (ore 15), a Maranello alla Galleria Ferrari con la proiezione di filmati originali sul Drake (dalle 9,30 alle 19, a ripetizione). Ma è soprattutto domani che si dispiega la “festa dei musei” con decine di appuntamenti di ogni tipo.
Il programma dettagliato con indirizzi e orari delle singole iniziative è disponibile sul sito del Sistema museale Musei modenesi.

Nell’occasione, quasi tutti i musei del circuito modenese osserveranno un’apertura prolungata; molti avranno l’accesso gratuito, alcuni il biglietto d’ingresso ridotto. Saranno inoltre aperti al pubblico alcuni musei che non sarebbero visitabili come il Museo dell’auto storica Stanguellini a Modena, il Museo Monumento al deportato a Carpi, il museo naturalistico “Ferruccio Minghelli” a Pavullo, il museo etnografico “Don Pellegrini” a San Pellegrino in Alpe, il Giardino botanico alpino “Esperia” a Passo del Lupo e il museo della castagna a Zocca.