Formigine: approvata mozione su impianti telefonia mobile

E’ stata approvata all’unanimità, in consiglio comunale, la mozione per la regolamentazione dell’istallazione di impianti di trasmissione relativi alla telefonia mobile presentata dal capogruppo della Margherita Guido Gilli.


Nella mozione si impegna l’Amministrazione Comunale, entro il 31 dicembre di quest’anno, “alla predisposizione di un regolamento comunale che, nel rispetto delle normative vigenti, fissi ulteriori criteri per l’installazione di impianti di telefonia mobile sul territorio comunale di Formigine”.
“Il regolamento, si legge nella mozione, dovrà tener conto della situazione urbanistica-abitativa delle singole frazioni del nostro territorio comunale e dello stesso capoluogo; della preoccupazione della gente a convivere, nonostante tutte le rassicurazioni date dall’Arpa, nelle adiacenze di impianti di trasmissione; delle vigenti leggi nazionali e regionali, degli atti di indirizzo e mozioni già votate negli anni scorsi su questo tema dal Consiglio Comunale di Formigine individui, nel limite del possibile, aree dove indirizzare i gestori per l’installazione degli impianti di trasmissione per la telefonia mobile”.
La mozione impegna inoltre l’Amministrazione “alla definizione di un regolamento comunale che, nel rispetto delle vigenti normative, fissi i criteri per la definizione d’installazione e le modalità di gestione e approfondisca la possibilità tecnica di un monitoraggio continuo, pubblico e da pubblicizzare, delle emissioni sia degli impianti esistenti che dei nuovi”.

“Pur partendo, infatti, dalla constatazione che il servizio di telefonia mobile è di ‘utilità pubblica’ alla stregua dell’energia elettrica, del gas e del telefono fisso e delle esigenze delle nuove tecnologie, e che le emissioni degli stessi impianti esistenti sono tutte abbondantemente al di sotto dei limiti stabiliti dalle vigenti normative (come peraltro verificato dal servizio Arpa), la mozione è finalizzata ad uno studio approfondito della problematica che valuti ogni possibile margine di intervento offerto, permesso o utilizzabile, in quanto non affrontato o regolato dalla legislazione vigente, che per quanto riguarda Formigine, prevede anche un Atto di Indirizzo (del 29 novembre 2000) che ha stabilito vincoli ulteriori per l’installazione degli impianti di telefonia mobile tra i quali un limite di emissione pari a 3 Vmetro dimezzando il limite previsto dal D.M. 381 del 1998 che fissa tale limite in 6Vmetro, tale limite di 3Vmetro è assunto come obiettivo di qualità. Il tutto – si legge infine nella mozione – con l’unico obiettivo dare sicurezza e tranquillità alla cittadinanza”.