Motor Valley: in mostra a Modena i prodotti della ricerca

Supercar e moto da competizione. Ma anche auto ecocompatibili come le city-car elettriche e a idrogeno. Saranno le protagoniste dell’undicesima edizione di ‘Automobili e Motori High Tech‘, la mostra convegno internazionale, che si tiene oggi e domani presso il quartiere fieristico di Modena.

Il convegno, promosso da DemoCenter, Centro servizi per l’Innovazione, e dalla Facoltà d’Ingegneria dell’Università di Modena e Reggio, è ormai un importante luogo d’incontro tra il mondo scientifico universitario e l’industria dei veicoli ad alte prestazioni.
Partecipano al convegno tecnici ed esperti del settore automotive, docenti e ricercatori di università italiane e straniere, aziende del settore veicolistico. Fra gli espositori centri di ricerca, aziende produttrici di componenti e soluzioni per test e controlli, aziende fornitrici di software, società di engineering per la progettazione di parti veicolo e ditte collegate direttamente o indirettamente al settore.
Il programma prevede forum, tavole rotonde, convegni ed esposizioni. Molti gli argomenti in discussione: sistemi di produzione di motori e telai, componenti e soluzioni high-tech, rapid prototyping, simulazioni mediante software di progettazione avanzati per l’analisi (strutturale, fluidodinamica, aerodinamica), riverse engineering (scanner 3D).

Ma si parlerà anche di sostenibilità ambientale delle auto, con particolare attenzione alle tecnologie per l’utilizzo dell’idrogeno.
Proprio su questo tema, domani alle ore 9.15, si terrà una tavola rotonda dal titolo” Verso l’emissione zero (veicoli ibridi, idrogeno-fuel cells elettrici). Lo stato dell’arte e lo sviluppo futuro per le vetture stradali, le city cars ed i veicoli per il trasporto collettivo”.

Fanno da cornice agli incontri le auto e e le moto, sia da strada che da competizione prodotte dalle aziende della “Motor Valley”: Ferrari, Maserati, Ducati, Lamborghini, Pagani e B-engineering. In particolare si potranno ammirare la Ferrari Formula 1 di Shumacher e Barricchello, ma anche le concept cars Pininfarina, Bertone e Giugiaro.

I lavori verranno aperti oggi alle ore 10.00 da una tavola rotonda su “Auto prestazionali, innovazione tecnologica e ricerca estetica: elementi propulsivi per il made in Italy nel mondo”.