Formigine: rifiuti, avanti con il ‘porta a porta’

L’Amministrazione Comunale di Formigine respinge gli attacchi strumentali lanciati dal Codacons nell’assemblea pubblica che si è tenuta lo scorso martedì a Corlo per discutere il progetto di raccolta domiciliarizzata dei rifiuti, servizio partito in questi giorni nella stessa frazione.


Nel corso dell’assemblea, alla quale hanno preso parte il Vicesindaco Raffaella Cattinari e gli Assessori Paolo Fontana, Luigi Annovi e Giuseppe Zanni, l’Amministrazione ha fornito, contrariamente a quanto affermato dal Codacons, risposte puntuali alle osservazioni e ai suggerimenti costruttivi sollevati dai cittadini. Diverso e del tutto preconcetto l’atteggiamento tenuto invece dai rappresentanti del Codacons che hanno preso parte all’incontro al mero scopo di fermare, mediante critiche distruttive, un progetto i cui obiettivi, contrariamente a quanto affermato dall’associazione dei consumatori, sono in realtà largamente condivisi da gran parte dei cittadini.

L’Amministrazione ha invece inteso individuare soluzioni ai problemi oggettivi, come quelli sollevati dai titolari di esercizi commerciali, a cui sono stati consegnati contenitori personalizzati, così come il problema degli orari di ritiro dei rifiuti da parte degli addetti Sat. In questo caso si è scelto di prevedere un ulteriore passaggio, oltre a quello già fissato per le 6 di mattina, che verrà effettuato a metà mattinata. Allo stesso modo l’Amministrazione sta valutando, proprio a partire da un’esigenza segnalata dai residenti, soluzioni per dare copertura assicurativa a tutti gli utenti per eventuali, ma assai improbabili, danni a terzi dovuti alla presenza dei bidoncini per la raccolta domiciliarizzata davanti agli ingressi delle abitazioni. Ha trovato conferma, inoltre, la scelta di rendere graduale la rimozione dei cassonetti dell’indifferenziato dalle strade e confermare la loro parziale sostituzione con contenitori per la frazione organica, così come richiesto dai cittadini. Per agevolare poi il conferimento di rifiuti particolarmente ingombranti o che necessitano di un ritiro i tempi rapidi, soprattutto nel periodo estivo, verranno mantenuti sul territorio alcuni cassonetti deputati a questo scopo.

“Con tutte queste modifiche migliorative – commenta l’Assessore alla Sostenibilità Ambientale di Formigine, Paolo Fontana – va avanti il progetto di raccolta dei rifiuti “porta a porta” nelle modalità già definite. Da questa settimana continuerà la rimozione di un’altra parte dei cassonetti stradali mentre la raccolta domiciliarizzata proseguirà nei giorni fissati e comunicati ai cittadini”.

Nel frattempo sono in fase di organizzazione i nuovi punti informativi che, già da domenica 29 davanti alla chiesa parrocchiale di Corlo, saranno messi a disposizione dei cittadini sia per il ritiro gratuito del contenitore blu per la raccolta porta a porta della carta, sia per ricevere tutte le informazioni sul nuovo servizio.

“L’invito che vogliamo estendere a tutti i cittadini, ed in particolare ai corlesi – conclude Paolo Fonatana – è quello di diffidare dei falsi “paladini dei cittadini” che però nei fatti non tardano a rivelarsi persone, a caccia di proselitismi; in questo senso ci pare oscuro quello che il Codacons ha fatto firmare a diversi cittadini martedì sera al termine dell’assemblea; ci chiediamo se davvero i cittadini sanno con precisione ciò che è stato loro fatto firmare e se sono stati correttamente informati”.