Bologna: due degli anarchici arrestati non rispondono al Gip

Si è avvalso della facoltà di non rispondere nell’interrogatorio di garanzia del gip, ieri a Roma, Marco Bisesti, una delle 7 persone arrestate nell’operazione della Procura di Bologna contro l’anarco-insurrezionalismo. Bisesti, napoletano di 22 anni, ha puntato la propria linea difensiva sul ricorso al Tribunale del Riesame che domani il suo legale depositerà a Bologna.

Non aveva parlato davanti al gip neanche Elsa Caroli, sentita nel carcere di Forlì. Domani altri interrogatori. Si partirà con quello di Danilo Cremonese, pescarese di 29 anni, detenuto a Pescara; di Mattia Bertoni, nato a Modena 28 anni fa ma residente a Bologna e detenuto a Piacenza; e di Lucia Rippa, napoletana, 36 anni, rinchiusa nel carcere di Reggio Emilia e difesa dall’avv. Desi Bruno. Rippa dovrebbe rispondere alle domande del gip, respingendo in toto le accuse che le sono state contestate. Ricorso al Tribunale del Riesame del capoluogo emiliano è già stato depositato dai legali di Elsa Caroli e di Danilo Cremonese (avv. Guglielmo Giuliano); di Mattia Bertoni (avv. Danilo Camplese); e di Lucia Rippa.