Ponte 2 giugno: quasi 15 milioni italiani in movimento

Saranno quasi 15 milioni gli italiani che si muoveranno durante il prossimo ponte del 2 giugno, il primo grande ponte che, di fatto, apre ufficialmente la stagione estiva. Il calcolo e’ dell’Osservatorio di Telefono Blu, secondo il quale saranno circa 1 milione e mezzo i turisti che arriveranno nel nostro Paese, soprattutto svizzeri, francesi, tedeschi, austriaci, americani e spagnoli.


La spesa media pro-capite sara’ per questo ponte di 350 euro, rende noto Telefono Blu, secondo il quale, nonostante le difficolta’ economiche di cui molto si parla, le previsioni in vista delle prossime vacanze estive sembrano positive: dovrebbero essere oltre 35 milioni i vacanzieri italiani previsti da giugno ad ottobre, di cui almeno l’80% tocchera’ il mare, mentre circa 5 milioni dovrebbero essere i turisti che arrivano da altri Paesi. Per quanto riguarda il prossimo ponte del 2 giugno, Telefono Blu calcola che il 65% dei vacanzieri si spostera’ verso le localita’ marine, insulari e lacuali, il 16% cerchera’ refrigerio in collina, in montagna o in campagna, l’8% si rivolgera’ alla citta’ d’arte e di interesse artistico e culturale, l’11% scegliera’ l’estero, in particolare la Costa Azzurra e la Croazia, alcune localita’ montane in Svizzera ed Austria e le capitali europee.

Quanto al tempo di pernottamento fuori casa, il 51% del totale dei vacanzieri del week end fara’ almeno due notti, il 35% optera’ per almeno una notte; il 25% scegliera’ l’albergo, il 23% la seconda casa il 14% parenti e amici, il 13% preferira’ campeggi o camper, il 7% i conventi religiosi, il 5% residence o villaggi turistici e il 3% gli agriturismi.

Le destinazioni piu’ gettonate saranno al mare: le spiagge romagnole, della Liguria, della Versilia, le spiagge venete e friulane. Buoni anche gli afflussi verso tutto l’Adriatico; pienone sulle spiagge romane, pugliesi e siciliane. Tra le isole, l’Elba e Ischia sono le preferite, mentre tra i laghi sono quello di Garda e il Maggiore. Buone le presenze sulle dolomiti bellunesi e trentine, buone le presenze anche nell’appennino tosco-emiliano.


Il 72% dei vacanzieri del prossimo ponte si spostera’ in auto, il 19% in treno o con i traghetti, il 9% in aereo. Quasi 6 milioni e mezzo di auto saranno in movimento, pari a oltre 20 milioni di passaggi, a cui vanno aggiunti almeno 500 mezzi di turisti che entreranno dai confini a Nord. Tra le grandi citta’ a svuotarsi maggiormente saranno Milano, Roma, Torino, Bologna, Firenze e Genova.


Telefono Blu rende infine noto che sta vigilando affinche’ non vi siano abusi e aumenti sconsiderati. Secondo l’Osservatorio, questi sarebbero alcuni dei maggiori aumenti finora registrati: discoteche +5/7%; parchi acquatici: aumenti medi del 2%; ristoranti +3%; alberghi +5/6%; bibite e gelati +4% ma gli aumenti – viene precisato – variano molto anche nelle diverse localita’. Per quanto riguarda infine gli stabilimenti balneari, alcune localita’ come Basilicata, Sicilia e Sardegna avrebbero fatto registrare addirittura diminuzioni nei prezzi che vanno dal 2 al 4%.