Formigine: Kyoto e gli enti locali

Dedicata all’Ambiente la seduta straordinaria del Consiglio Comunale di Formigine di oggi, 4 giugno. Accanto ai consiglieri, anche tecnici esperti di politiche per la sostenibilità ed i ragazzi delle scuole medie “Fiori”.

Ad aprire il lavori è stato come di consueto il Presidente del Consiglio Comunale Vanna Borsari, seguita dal Sindaco Franco Richeldi. Da qui in poi però la seduta odierna del Consiglio Comunale di Formigine ha proceduto secondo un programma straordinario che, come già annunciato, si è soffermato su un tema specifico: l’Ambiente. A pochi mesi dall’entrata in vigore del trattato di Kyoto e a ridosso della giornata Mondiale dell’Ambiente che verrà celebrata Domenica 5 Giugno e che quest’anno è dedicata alle “città verdi”, la città di Formigine ha scelto infatti di riunire presso la sede del civico consesso, ed attorno ad un tema di sempre maggiore interesse per la collettività, non solo gli amministratori, ma anche tecnici esperti di ambiente, cittadini ed i giovani studenti delle scuole medie “A. Fiori”.



Ad intervenire per primo è stato l’Assessore alle Politiche per la Sostenibilità Ambientale Paolo Fontana che ha illustrato le politiche attuate dal Comune in campo energetico, in relazione agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto. Fontana ha illustrato ai presenti alcuni interventi già attuati ed i progetti futuri in questo campo: dal nuovo impianto solare termico che produce acqua calda catturando i raggi solari sul Palazzetto dello Sport del capoluogo, ai nuovi impianti ad energia rinnovabile solare sulle strutture pubbliche in costruzione, fino agli impianti fotovoltaici per la produzione di energia elettrica presso la scuola materna “Malaguzzi” e sulla palestra di Corlo. A sottolineare l’importanza e l’efficacia di interventi di questo tipo gli interventi del Dott. Marcello Antinucci, direttore dell’Agenzia per l’Energia e Sviluppo Sostenibile di Modena, che al Consiglio Comunale ha illustrato i contenuti del bando per il servizio energia, e l’Assessore del Comune di Ferrara e co-presidente di Agenda 21 Italia Alessandro Bratti, che ha proposto una riflessione sulle politiche degli Enti Locali italiani in funzione degli obiettivi di Kyoto. Ad arricchire di esperienze dirette la seduta straordinaria sull’ambiente del Consiglio Comunale di Formigine anche i ragazzi rappresentanti delle scuole medie “A. Fiori” che, in successione, hanno illustrato ad amministratori e presenti i contenuti ed i risultati dei diversi progetti di Educazione Ambientale che hanno svolto nell’anno scolastico, proponendo anche in mostra presso Sala della Loggia gli elaborati realizzati durante tale attività.



Per l’occasione sono state anche messe in votazione tre delibere che riguardano l’adesione del Comune di Formigine ad Alleanza per il Clima, rete delle città europee impegnate alla riduzione della CO2 in atmosfera; la neutralizzazione per un anno delle emissioni di CO2 della sede comunale di Villa Valdrighi attraverso il finanziamento di un impianto a biomasse che fornirà energia elettrica e calore a 400 famiglie in Valtellina; una delibera che riguarderà criteri da inserire nella programmazione edilizia e urbanistica per il contenimento dei consumi energetici nelle nuove abitazioni ed un incentivo economico per la sostituzione delle vecchie caldaie con caldaie ad alta efficienza e a condensazione.