Bologna celebra 50mo anniversario scomparsa Charlie Parker

Il Premio Dams Festival di Bologna dedicherà l’intera giornata di domani alla celebrazione del 50esimo anniversario della scomparsa del musicista Charlie ‘bird’ Parker.

Si parte al pomeriggio alle 15 con la proiezione di ‘Bird Now’, un documentario sulla vita di Parker, girato da Marc Huraux. L’America nera negli anni ’40 viene evocata nella New York di oggi in tutti i suoi aspetti: da Harlem al Bronx, da Bowery a Brooklyn, nel tumulto che regna tra la citta’ e i suoi ghetti. Nella fluidita’ del jazz, la realta’ del film/documentario e’ intramezzata da sequenze di fiction. Charlie Parker parte da Kansas City a Chicago con una valigia e un sax, e arriva a New York con un clarinetto e una reputazione. Nasceva il bebop.

Si prosegue alle 17,30 con una triplice conferenza nella quale intervengono i docenti Dams Giampiero Cane, Paolo Cecchi e Claudio Meldolesi, che presenteranno la figura di Parker da varie angolature, da quelle prettamente musicologiche (Cane e Cecchi), con l’ausilio di ascolti di materiale raro, fino ad affrontare i rapporti tra il teatro di Leo De Berardinis con lo stesso Parker (Meldolesi). Al termine della conferenza il quintetto di Massimo Dona’ si esibira’ in una dimostrazione/concerto eseguendo composizioni originali ispirate al bebop di Charlie Parker.

La giornata si conclude alle 21,30 con ‘Happy Bird! Alma Jazz incontra Charlie Parker’, concerto jam session a cura di Teo Ciavarella, con oltre 30 musicisti universitari.