Modena: Unione Industriali, rapporto banca-impresa

Il presidente dell’Unione Industriali, Vittorio Fini, ha illustrato i risultati di una nuova indagine sul rapporto ‘banca-impresa’. Il campione di imprese ‘made in Modena’ dice che il 37,70% lavora con più di 5 banche mentre il 16,23% si ferma a tre banche.

Per il 53,93% il motivo è quello di ‘ridurre la dipendneza dalle banche’ ma anche per ‘soddisfare maggiori e diverse esigenze finanziarie’ (il 59,16%).
Solo il 10,89% intrattiene rapporti con banche internazionali (86,91% con quelle locali).
Il 41,30 giudica le banche sufficientemente ‘trasparenti’, il 42,86% sufficientemente ‘chiare’ e il 37,64% sufficientemente ‘tempestive’.

Secondo il 70,37% delle imprese nell’ultimo anno le banche hanno aumentato il costo delle operazioni agendo sulle commissioni (lo pensa il 69,36%).
Nell’ultimo anno però il 78,49% delle aziende modenesi pensa di non avuto ‘restrizioni sull’accesso al credito’.
Il 69,76% delle imprese pensa che le esigenze aziendali sono ‘meglio soddisfatte’ dalle banche locali. Il 41,67% però ha poca fiducia sulla evoluzione positiva del rapporto banca-impresa.