Arte e natura in un week end tutto fioranese


Ancora un week end fioranese, con la possibilità domenica di abbinare
l’arte e la ceramica del Castello di Spezzano con la festa delle Salse di
Nirano.

Un anticipo lo si avrà sabato 18, alle ore 18, con l’inaugurazione
delle tribune e del parcheggio alla pista automodelli Jody Scheckter di via
Antica Cava.
Saranno presenti il sindaco Claudio Pistoni e Angelo Gesualdi,
presidente dell’Associazione Racing Mini Car Fiorano che gestisce
l’impianto. A partire dalle ore 16 prende il via nell’impianto la gara in
notturna per categorie 1/8 e 1/10 aperta a tutti.


Domenica 19 è obbligatorio passare a Nirano per “E’ qui la festa?” della
Riserva Naturale delle Salse, organizzata dal Comune di Fiorano Modenese,
dall’Associazione Residenti e dal Gefi. Le Festa inizia alle ore 10 con
l’inaugurazione del nuovo arredo di Cà Tassi e con l’accettazione da parte
dell’Amministrazione Comunale della collezione di volatili imbalsamati,
donati dalla famiglia Cartelli. Segue alle ore 11 la premiazione dei
residenti distintisi per il loro lavoro a favore della Riserva e, alle ore
12, seguirà il rinfresco. Dalle ore 13 alle 15 la Trattoria “Da Guido”
offre a tutti un piatto di maccheroni. Nel pomeriggio gli Arcieri della
Torre di Formigine svolgeranno dimostrazioni di tiro con l’ìarco, mentre
alle ore 18 è previsto anche un momento di preghiera.
Alle 18.30, la
birreria “Da Harnold’s” offre “Borlenghi e musica” con gruppi emergenti.
Dalle ore 20 è il ristorante “Pra Rosso” a offrire “Salsicciata e piano
bar”.
Durante tutto l’arco della giornata, presso le aree esterne della
Trattoria Da Guido e Ca’ Tassi, i fornai faranno bella mostra dei loro
prodotti. Nell’area antistante la trattoria “Da Guido” si svolgono
esposizioni del Circolo degli artisti di Reggio Emilia, di prodotti tipici
della Riserva presentati dall’Associazione dei residenti. A Ca’ Tassi
l’attenzione è rivolta alle erbe officinali spontanee, con esposizione e
consigli per l’uso. La festa si conclude alle ore 23 con uno spettacolo
pirotecnico ovviamente? rispettoso dell’ambiente.


Al castello di Spezzano, invece dalle ore 16 alle ore 19, è possibile una
visita irripetibile. Infatti alle 18 si inaugura la mostra “Contemporary
Ceramic Art design”, collettiva di giovani ceramisti, con opere di Bertozzi
e Casoni, Salvatori, Pivi, Riello, Torelli, Matthieu, Maione, Zotta,
Rabbia, Fagiani Zagni, Menicagli e Peinado, che rimarrà aperta fino al 21
agosto, ma è possibile visitare, per l’ultima giornata, anche altre 3
mostre: “L’Arte nel Decoro e il Decoro nell’Arte” edizione 2005, alla
quale hanno partecipato gli Istituti d’arte “Venturi” di Modena,
“IChierici” di Reggio Emilia, “Ballardini” di Faenza, “Toschi” di Parma e
l’Istituto Don Magnani di Sassuolo (Istituto ospite: F.A. Grue di Castelli
(Teramo) con la sua collezione internazionale d’arte ceramica);la V
Biennale della Ceramica “Quattro artisti, una Bottega e Patterns Ceramici”,
con Giuliano Della Casa, Pablo Echaurren, Alessandro Guerriero, Paola
Navone, Mimmo Paladino e Bottega Gatti di Faenza; la mostra “Calore colore
di terrae” personale di Claudio Calzavacca. La permanenza al Castello,
l’ingresso è gratuito per tutte le mostre, si completa con la visita al
Museo della Ceramica, sia per la parte destinata alla ceramica antica che
per le raccolte contemporanee.