Atc Bologna: nominato Cda

Il sindaco Sergio Cofferati e la
presidente della Provincia di Bologna Beatrice Draghetti hanno nominato i componenti del consiglio d’amministrazione di Atc.
Tra i cinque componenti, tre nominati dal Comune e due dalla Provincia, verra’ eletto presidente Francesco Sutti, indicato dal Comune, come prevede lo statuto.


Sutti, laureato al Politecnico di Milano prima in ingegneria meccanica poi in architettura, ha ricoperto ruoli di responsabilita’ in diverse aziende in Italia e all’estero, a cominciare dai gruppi Olivetti e Zanussi. E’ stato amministratore delegato del Gruppo Cisa e della holding finanziaria FinCisa, amministratore delegato della spa Officine Rizzoli e dell’azienda europea Hiross, amministratore delegato e direttore generale della Saffapack, vicepresidente esecutivo della Papirnica Kolicevo (Ljubliana-Slovenia), cartiera acquisita dal Gruppo Saffa. Direttore generale del Gruppo Cmc, e amministratore delegato della controllata Cmc Estero spa, e’ stato infine amministratore delegato del gruppo Rdb, con sede centrale a Piacenza.

Gianpietro Monfardini, anche lui indicato dal Comune, e’ laureato in ingegneria elettronica all’Universita’ di Bologna e iscritto all’Albo degli Ingegneri della provincia di Bologna, ha cominciato come ispettore, dal 1965, una lunga carriera in seno alle Ferrovie dello Stato. Promosso dirigente nel 1979, ha ricoperto vari incarichi sia nel settore dell’esercizio ferroviario che nella direzione dei nuovi lavori di impianti tecnologici. Promosso nel 1987 vice direttore generale, nel 1996 e’ stato chiamato nello staff dell’amministratore delegato con ruoli di responsabilita’ in diversi settori. Nel 1999 ha ricevuto l’incarico di Coordinatore Intercompany del Nodo Ferroviario di Bologna, in vista delle realizzazione collegate al sistema Alta Velocita’. Attualmente e’ incaricato, in qualita’ di presidente della Commissione di Collaudo, del collaudo dei lavori del Consorzio Team e delle opere del Nodo di Bologna a committenza Tav.

Terzo componente del cda indicato dal Comune e’ Giuseppe Casini. Laureato in giurisprudenza, ha iniziato la sua esperienza professionale nell’azienda autonoma Ferrovie dello Stato dove ha ricoperto incarichi nel settore del trasporto ferroviario passeggeri, nella direzione di unita’ operative di divisione cargo, nella responsabilita’ della Business Unit Combinato nazionale e internazionale e nel settore Ricerca e Sviluppo di divisione cargo di Trenitalia. E’ stato consigliere d’amministrazione di diverse societa’ che si occupano di logistica interportuale e terminale (Interporto di Bologna, Parma e Livorno), gia’ presidente del settore Trasporti dell’Associazione Industriali di Bologna e componente della Giunta di Confindustria Emilia-Romagna, attualmente e’ amministratore delegato di Italcontainer, societa’ specializzata nel trasporto intermodale dei porti italiani, di proprieta’ di Fs Cargo.

I consiglieri indicati dalla Provincia sono Lamberto Cotti e Giorgio Laghi.

Cotti e’ laureato in scienze politiche (economia industriale). Per oltre un decennio (1972-84) e’ stato responsabile della pianificazione-organizzazione in Atc. Ha poi ricoperto diversi incarichi nelle amministrazioni locali (assessore e vicesindaco a Persiceto) fino a diventare presidente della Provincia di Bologna e dell’Unione Province Italiane-Emilia-Romagna (1990-95). Negli ultimi anni e’ stato consigliere regionale impegnandosi come vicepresidente della commissione attivita’ produttive e membro della commissione trasporti.

Laghi risiede a Imola, dove negli ultimi anni e’ stato consigliere comunale. In passato ha fatto parte della presidenza della Confesercenti di Imola e ha svolto la propria professione nella Cooperativa Cuti come responsabile del settore movimento terra e ambiente. Per alcuni anni e’ stato inoltre direttore di un’azienda del settore allestimenti fieristici e pubblicita’.