Fit-Cisl: 200 dipendenti ferrovie a rischio sfratto

La Fit Cisl dell’Emilia-Romagna lancia l’allarme per ‘200 ferrovieri a rischio sfratto’. Si tratta di lavoratori delle FS a basso reddito, che vivono a Modena, Bologna e Ravenna. Alloggiano in strutture loro riservate, ma stanno ricevendo lettere di sfratto causa cambi di proprieta’ degli immobili.


‘Sono 140 dipendenti delle ferrovie, che pagano regolarmente l’affitto per vivere dignitosamente in un alloggio di pochi metri quadrati e stanno ricevendo lettere di sfratto, a conferma della situazione del mercato degli affitti nella citta’ di Bologna, gia’ notoriamente esplosiva”.
Il problema poi riguarda anche 65 dipendenti attualmente alloggiati nel Ferrhotel di Modena. La struttura, nonostante sia collocata all’interno del recinto ferroviario, e’ stata venduta senza alcun preavviso.