Una mappa di chi produce rumore e di chi lo subisce

Nella seduta del Consiglio Comunale del 30 Maggio è stata adottata la classificazione acustica del territorio sulla base della legge regionale (15/2001) sul rumore ambientale: sostanzialmente si tratta di un adeguamento ai nuovi criteri regionali della normativa in vigore già dal 1999.

La classificazione acustica consiste nella suddivisione del territorio comunale tenendo conto delle attività in corso ed anche di quelle previste. Ad ogni area individuata corrisponde una classe di merito con limiti di rumore ben definiti per l’ambiente esterno (fissati dalla legge 447/1995). Ovviamente si tiene anche conto dei periodi diurno e notturno.

E’ quindi uno strumento indispensabile per l’applicazione dei limiti del rumore ambientale ed ha due principali funzioni: consente l’azione di risanamento nelle aree di criticità e rende possibile la pianificazione acustica, ovvero la valutazione preventiva del rispetto dei limiti dei nuovi insediamenti, siano essi di infrastrutture ed attività che producono rumore o di insediamenti sensibili al rumore.

La deliberazione, unitamente alla relazione illustrativa ed agli elaborati grafici, sono depositati presso l’Ufficio Protocollo Generale del Comune di Modena per 60 giorni a decorrere dalla giornata di oggi, fino al giorno 19/08/2005.
Entro tale scadenza chiunque può formulare eventuali osservazioni. Queste dovranno essere dirette al Sindaco e presentate, in carta bollata, alla Segreteria Generale – ufficio protocollo – del Comune di Modena, indicando chiaramente gli estremi della deliberazione alla quale si riferiscono.