Topi d’appartamento a Bologna e Modena, sgominata banda

In una inchiesta condotta dalla squadra mobile di Firenze sono state eseguite cinque misure di custodia cautelare nei confronti di altrettanti presunti componenti della banda, tutti originari di Roma: direttamente dalle serrature riuscivano a duplicare le chiavi di appartamenti che poi svaligiavano. Diverse città italiane colpite dai furti particolarmente Firenze, ma anche a Roma, Genova, Perugia, Bologna e Modena. Tutti i furti (una sessantina) sono stati commessi tra novembre 2004 e aprile 2005.


Lo strumento utilizzato, applicato a qualsiasi serratura, era in grado di produrre un perfetto duplicato della chiave originale, consentendo così ai ladri di entrare in casa. In genere la banda optava per abitazioni ai piani alti, in modo da poter agire indisturbati e svaligiare l’appartamento in tutta tranquillità.