Telefono Blu: bilancio vacanze rovinate e disdette

Gli attentati di Sharm El Seik giunti dopo quelli di Londra e gli uragani nei Caraibi hanno modificato un pò il quadro delle previsioni turistiche, alterando anche le segnalazioni. Al web di Telefono Blu sono giunte, dal 21 di giugno, 5500 segnalazioni e quasi 3700 dai centralini e dal numero unico centrale.

Impennate in questi giorni per quanto riguarda i recessi dalle vacanze verso le zone cosiddette a rischio e soprattutto verso il Mar Rosso, senza contare che da stime di Telefono Blu, almeno 1/3 di coloro che erano intenzionati ad andare in quei paesi con promozioni e last minute a tutt’oggi sono pronti a rinunciare (forse fra qualche giorno cambierà).

-Il 28% (+1% rispetto 2004) delle chiamate ai centralini riguarda un viaggio pacchetto o comunque parti di viaggio acquistate, anche viaggi truffa. Disdette: +5%, in pochi giorni passano al primo posto dei problemi segnalati con il 9% sul totale. Contratto non rispettato, rinuncie per altri motivi, problemi insorti prima e durante il viaggio, non corrispondenza del contratto.
-Il 16 % circa riguarda destinazione interne per motivi di qualità del servizio: ricettività tradizionale, alberghi, residence, case in affitto, ecc . con annullamenti di prenotazioni, overbooking, mancanza di contratto, scarsa pulizia, problemi rispetto ad alimentazione e promesse non mantenute, pubblicità non veritiera, furti e raggiri.
-il 14 % riguarda invece, problemi con i vettori mezzi di trasporto: aerei (disagi negli scali (overbooking, voli non partiti, mezzi non sostituiti dopo avaria, ritardi,valigie), treni (condizionatore, ritardi, pulizia bagni vetture) navi e problemi stradali (code autostrade, problemi di pagamenti).
-Ricettività delle destinazioni: accoglienza, ovvero come ti hanno accolto le città delle vacanze con il 13% delle segnalazioni; qualità della città, informazioni, multe, parcheggi, riciclaggio rifiuti, divieti.
-Emergenze ambientali al 11% (rumori, inquinamenti mare e spiaggia, sporcizia, rifiuti ecc.)
-Il 9 % riguarda segnalazioni di prezzi alti ed abusi.

Mettersi in contatto con Telefono Blu è facile anche telefonicamente con il centralino 199.44.33.78 che smista i casi alle regioni oppure dal web digitando da un motore di ricerca telefono blu e il nome della città o regione interessata.
Per chi rimane in città: Sosconsumatori, un vero osservatorio per denunciare i disagi delle città abbandonate.