In regione calano bed & breakfast e agriturismi

Cresce il numero delle imprese che lavorano nel turismo in Italia, ma cala in regione. E’ quanto emerge da un’elaborazione sui dati del registro delle imprese della Camera di Commercio di Milano. Il settore turistico ha registrato infatti un aumento dell’1,6% nell’ultimo anno e dell’8,1% dal 2000 ad oggi. Il boom riguarda, in modo particolare, bed & breakfast (passati in un anno da 5188 a 5549, con un incremento del 7%) e agriturismi (da 962 a 1031, con un aumento del 7,2%).


Tre le regioni che hanno registrato una crescita maggiore nell’ultimo anno: la Sardegna (con un aumento dell’8,5%) e poi la Campania (+4,9%) e la Calabria (+4,4%). Quelle in cui invece il settore turistico ha subito una flessione sono la Sicilia (- 3,4%) e, a seguire, anche se con percentuali minime, Trentino-Alto Adige, Emilia-Romagna e Piemonte. Le regioni con maggiore offerta nel settore sono Trentino (15,2% della capacità di accoglienza nazionale), Emilia-Romagna (11,8%), Toscana (11,3), Veneto (8,5%) e Lombardia (8,4%).

Fra le citta’ che hanno investito maggiormente nel settore turistico nell’ultimo anno, Benevento (+ 15,2%), Arezzo (piu’ 13,8%), Cagliari (+12,9%) e Caserta (+12,6%), mentre in calo Palermo (-12,3%), Siracusa e Asti (-9,4%).