Al Festival Filosofia si scopre l’arte con le dita

Scoprire l’arte con le dita toccando gli oggetti di un museo. L’esperienza sarà proposta dal quinto Festival filosofia sui sensi, che venerdì 17 e sabato 18 settembre, dalle 21 alle 23, animerà il Palazzo dei musei di Modena con l’esperienza “Oltre lo sguardo”.

Gli operatori delle collezioni civiche – composte dal Museo d’arte, dal Museo archeologico e dalle raccolte etnologiche – e quelli dell’Omero di Ancona, unico museo tattile in Italia e tra i pochissimi nel mondo, guideranno i visitatori in un percorso che prevede di toccare oggetti, volti e corpi e di intuire gesti, espressioni, volumi e prospettive facendo uso delle mani. Un approccio inedito per riflettere sui sensi e sperimentare un insolito viaggio nella storia dell’arte.

L’iniziativa rientra tra i 150 appuntamenti previsti dal Festival filosofia (www.festivalfilosofia.it), che si svolgerà dal 16 al 18 settembre in trenta diversi luoghi di Modena, Carpi e Sassuolo per iniziativa dei tre Comuni, della Regione Emilia-Romagna, della Provincia, della Fondazione San Carlo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.
La manifestazione prevede lezioni, cene, letture, mostre, giochi e dialoghi in treno e vedrà tra i protagonisti anche Jean-Luc Nancy, Emanuele Severino, Umberto Galimberti, Jürgen Moltmann, Georges Didi Huberman, Peter Sloterdijk e Slavoj Zizek.