E’ morta Suor Gemma tra fondatrici casa carità


La congregazione delle Carmelitane Minori e la famiglia delle Case della Carita’ hanno dato notizia della morte di suor Gemma Ghini, una delle prime tre suore della comunita’.


Almerina, questo il suo nome di ragazza, era nata a Fontanaluccia sull’ Appennino modenese l’8 novembre 1922 ed e’ morta a Bertinoro, nel Forlivese.


La prima Casa della carita’ sorse proprio a Fontanaluccia nel 1941 e negli anni di guerra divenne l’ ospedale della Repubblica partigiana di Montefiorino e ebbe alla fine del conflitto attestati di riconoscenza dalle autorita’ militari alleate e dalle associazioni partigiane.

Finita la guerra, la famiglia delle Case della Carita’ comincio’ ad espandersi e suor Gemma ebbe la responsabilita’ di aprire la seconda Casa, quella di S.Giovanni di Querciola nel 1947. Oggi le Case della Carita’ sono una cinquantina, sparse ormai ben oltre i confini della diocesi, fino al Brasile, all’India e al Magadagascar.

Dopo quasi venti anni la religiosa venne chiamata ad un’altra prima volta, l’apertura di una casa in una grande citta’ (Bologna-Corticella). Furono altri dieci anni di servizio alla comunita’ e alla diocesi di Bologna cui segui’ un periodo in Missione in Africa. Rimase in Madagascar fino al 1981. Poi i superiori la vollero alla direzione di un’altra casa, a Bertinoro.