Tre artisti modenesi alla biennale del Mediterraneo

Saranno due pittori, Fabio Bonetti e Mirko Saracino, e una designer, Laura Serri, a rappresentare Modena alla ‘XII Biennale dei giovani artisti del Mediterraneo’, che prende il via a Napoli lunedì 19 settembre. A selezionarli, l’ufficio Giovani d’arte del Comune di Modena, che dal 1987 fa parte della rete internazionale della Biennale.

-Fabio Bonetti, 24 anni, presenta tre lavori dalla serie “ConfiniConflitti”: tele dipinte ad olio ed acrilico in colori brillanti e laccati, che nascono da una sequenza di scatti fotografici.
-Colori e stile completamente diversi per i lavori di Mirko Saracino, 29 anni, originario di San Giovanni Rotondo, che a matita su cartoncino traccia curve e architetture naturali in una serie di disegni chiamata “Il paesaggio come racconto geografico”.
-Partecipa invece nella sezione arti applicate la ventottenne sassolese Laura Serri, con le sedie della serie “Odi et amo”, che sono allo stesso tempo opere d’arte e oggetti di design.

Tutti e tre gli artisti sono laureati all’Accademia di belle arti di Bologna e hanno già esposto in mostre personali e collettive; a Laura Serri nel 2004 è stato assegnato dal Comune di Modena l’atelier 104 di via Carteria.

La Biennale dei giovani artisti del Mediterraneo, nata nel 1985 a Barcellona, quest’anno ha per tema la Passione ed è una delle più importanti rassegne dedicate alla creatività giovanile. Partecipano circa 700 artisti tra i 18 e i 30 anni, provenienti da 19 paesi e impegnati in varie discipline: dagli attori agli artisti visivi, dagli architetti ai cuochi, dai fumettisti a registi, poeti e scrittori.

Il programma completo della rassegna, che si tiene a Napoli a Castel Sant’Elmo dal 19 al 28 settembre, si può consultare sul sito Bjcem.