Caselli (An) su politiche giovanili comune

Le politiche dell’Amministrazione Comunale in favore del mondo giovanile appaiono, come peraltro avviene da anni, lacunose ed estemporanee.


In poche parole, anziché creare effettivi e stabili luoghi di ritrovo per i ragazzi, si preferisce di volta in volta “navigare a vista” con iniziative come “La Festa della Birra” senza offrire al mondo giovanile alternative valide e durature in materia culturale e ricreativa.


A.N. è convinta che i giovani del comprensorio soffrano soprattutto il disagio di non avere luoghi di ritrovo all’infuori dei bar: ciò è frutto di una politica miope in materia di cultura, che vede privilegiati e “coccolati” determinati Circoli giovanili e, al contrario, altri considerati “figli di nessuno”.
E’ tempo ormai che il Comune di Sassuolo si dedichi ai giovani in modo più neutrale, lasciando da parte la politica e cercando di offrire alternative ricreative valide ed effettivamente partecipate che non siano i soliti circoli e ritrovi di sinistra.
Soltanto in questo modo potremo cercare di arginare e di monitorare un generale disagio che, ormai, non è più possibile nascondere e che pervade, purtroppo, gli adolescenti del nostro territorio.