Maranello: si parla di tesserino magnetico e del compostaggio

Questa sera a Maranello, all’Auditorium Enzo Ferrari alle ore 21, si svolgerà il terzo e ultimo incontro rivolto ai cittadini sul tema dei rifiuti, dopo quelli di Gorzano e Pozza. Tecnici del Comune e della Sat illustreranno ai residenti le novità sull’utilizzo del badge (tesserino magnetico) all’Isola Ecologica e sul compostaggio domestico.


Il Comune introdurrà nei prossimi mesi il badge magnetico, un tesserino da utilizzare all’Isola Ecologica di Pozza per misurare la quantità di rifiuti differenziati conferiti, e in questo modo ottenere sconti sulla tariffa. In pratica, il badge permetterà ai cittadini di quantificare i rifiuti che potranno essere inviati al riciclaggio: i rifiuti raccolti in modo differenziato consegnati all’Isola Ecologica saranno segnati elettronicamentre sul tesserino. Più si differenzia (aumentando in questo modo il risparmio nella gestione complessiva dei rifiuti), maggiori probabilità si avranno di ottenere sconti sulla tariffa.



Durante le serate si parlerà anche del compostaggio domestico per lo smaltimento dei rifiuti organici, modalità che consente di ottenere uno sconto del 20% sulla parte variabile della tariffa dei rifiuti solidi urbani. Lo sportello commerciale di Sat a Maranello mette a disposizione le compostiere a prezzo agevolato (30 euro; sul mercato si trova a un centinaio di euro) con le quali è possibile effettuare lo smaltimento domestico degli scarti organici. Occorre uno spazio verde in cui tenere la compostiera, da ritirare all’Isola Ecologica di Pozza (ai primi cento sarà dato in omaggio uno “schiacciabottiglie”): chi utilizzerà questa forma di autosmaltimento degli scarti organici domestici (residui di frutta, verdura, cibi, sfalci, erba, ecc..) avrà anche diritto ad uno sconto del 20% sulla parte variabile della tariffa. Lo sconto sarà applicato anche a quelle utenze che già utilizzano questo metodo di smaltimento.



In questi ultimi anni a Maranello la raccolta differenziata è stata in costante aumento: dieci anni fa, nel 1995, era il 7,4% del totale; nel 2004 il dato è stato del 44,9%, oltre sei punti percentuali in più rispetto all’anno precedente (nel 2003 era il 38,6%). La media del distretto è del 44%.