Modena: oltre il sipario, il primo PRG della città

A teatro insieme a luoghi, fatti e persone di una storia lunga 40 anni. L’occasione è offerta dai primi quaranta anni del Piano Regolatore Generale della città del 1965. Un piano di successo. Un piano simbolo degli anni ’60, anticipatore di riforme che venivano sperimentate direttamente sul campo, per sottrarre aree alla speculazione immobiliare e garantire uno sviluppo equilibrato. Per questo merita un racconto.

La proposta, in programma il 15 giugno al Teatro Storchi, porta la firma dell’architetto Fabrizio Mangoni, urbanista, docente presso l’Università degli studi di Napoli con due forti passioni: la fisiogniomica dolciaria e il teatro. Per quasi due ore, in una sorta di percorso sempre in bilico tra storia e spettacolo, Mangoni darà voce ad una originale lettura della città, ad un racconto non fatto di carte riservate agli specialisti, ma basato invece sulle testimonianze: quindi le interviste, la recitazione e la lettura di testi, la visione di immagini di luoghi, l’ascolto di musiche e rumori. E’ il racconto di vicende di donne e uomini che restituisce la storia della città.

Sul palcoscenico gli ospiti intervistati siederanno in un sorta d’immaginaria ricostruzione del Bar Nazionale. In un dialogo a volte diretto e a volte solo evocativo, dallo uno spazio elevato delle idee verranno letti testi da Platone e Aristotele, passando per grandi architetti e scrittori del passato. Non mancherà un pasticcere che mescolando gli ingredienti del piano, sfornerà una torta che alla fine verrà degustata dal pubblico presente in sala. Troppo spesso, infatti, l’urbanistica è una torta da spartirsi in pochi, nel caso del piano di Modena il suo successo è stato condiviso da tutti.

L’appuntamento è proposto dal Comune di Modena, assessorato all’Urbanistica, con la collaborazione dell’INU Emilia Romagna e dell’Ordine degli architetti di Modena e il contributo di Trc Teleradiocittà Modena e il Ristorante Fini. ‘Intervista con la storia della città PRG di MODENA del ‘65 Luoghi, fatti e persone di una storia lunga 40 anni’ Teatro Storchi – Giovedì 15 Giugno Ore 21,15.