Applicazione normativa Ippc negli allevamenti suinicoli: seminario

Domani a Modena un convegno promosso da IAL Emilia Romagna rivolto ad allevatori della provincia. Presenti istituzioni responsabili ed esperti.

Saranno presenti i massimi esperti della regione e le istituzioni responsabili, venerdì 16 giugno 2006, al seminario formativo “IPPC: la costruzione del percorso autorizzatorio per gli allevamenti suinicoli intensivi” promosso da IAL Emilia Romagna –Area Modena e Reggio Emilia e finanziato dalla Regione Emilia-Romagna.

Il seminario – dalle ore 9,30 alle ore 12,30 presso il Palazzo Europa di Via Emilia Ovest, 101 (sala C – primo piano) a Modena – è dedicato agli allevatori suinicoli della provincia modenese e intende focalizzare l’attenzione sulle Migliori Tecniche Disponibili e le sue possibili modalità applicative e valutative all’interno delle realtà produttive modenesi.

Infatti, con l’entrata in vigore della Direttiva europea IPPC (Integrated Pollution Prevention and Control) che stabilisce le regole comuni per la gestione ambientale degli impianti industriali in Europa, tutti gli allevatori hanno l’obbligo di ottenere autorizzazioni integrate dalle autorità dei vari paesi, che devono tenere in conto dell’insieme delle prestazioni ambientali, delle emissioni nell’aria, degli impatti sulle acque e sul suolo, della produzione dei rifiuti, dell’impiego di materie prime, dell’efficienza energetica, del rumore, della prevenzione degli incidenti e della gestione dei rischi.

Aprirà i lavori alle ore 9,30 il direttore Ial dell’Area Modena e Reggio Emilia, Giovanni Corsini.
Nella prima parte del seminario verranno presentate le funzioni giocate dai diversi soggetti che operano all’interno di allevamenti e citati dalla normativa sull’IPPC, in modo da poter comprendere i reali ruoli e le responsabilità di ciascuno. Interverranno: Giulio Dall’Orso, della Direzione Agricoltura della Regione Emilia-Romagna, che presenterà i percorsi del Tavolo di coordinamento regionale degli allevamenti suinicoli; Claudio Fabbri, consulente del Centro Ricerche Produzioni Animali di Reggio Emilia, che si soffermerà in particolare sulla Valutazione integrata ambientale dell’allevamento; Roberto Merloni, responsabile Eccellenza Insediamenti Zootecnici dell’Arpa Emilia-Romagna, per presentare nel concreto il Piano di monitoraggio e controllo.

Nella seconda fase dei lavori prenderanno la parola: Fausto Prandini, dell’Ufficio spandimenti agronomici della Provincia di Modena; Alessia Baraldi di Confagricoltura Modena; Maurizio Ferri, allevatore dell’azienda agricola AgriRICO. A loro spetterà il compito di presentare agli intervenuti, dal proprio punto di vista, il coinvolgimento nell’applicazione della procedura.
Al termine degli interventi i relatori saranno a disposizione degli operatori intervenuti per rispondere ad eventuali domande e chiarire dubbi in merito alle procedure di autorizzazione, durante la tavola rotonda coordinata da Adriano Zavatti, Consulente IAL Emilia Romagna.
Cristian Favarin, responsabile della Progettazione Area Modena e Reggio Emilia di IAL Emilia-Romagna, coordinerà i lavori dell’intera giornata.

Il seminario ad entrata libera, è dedicato in particolare agli allevatori, ma è aperto anche al pubblico.
Per informazioni: IAL Emilia Romagna – Direzione Area Modena e Reggio Emilia Via Emilia Ovest, 101 Modena, Telefono 059821459.