Musica etnica di Aguafria ‘Lungo le antiche sponde’

Rumba, flamenco, tarantella, pizzica, rumba balcanica e sirtaki. E’ un vero e proprio viaggio nella musica etnica mediterranea quello che propongono con “Caminando” gli Aguafria nel concerto in programma stasera alle 21, alla corte di Villa Boschetti a San Cesario, nell’ambito di “Lungo le antiche sponde” e cogliendo spunti dalla penisola Iberica, da quella Balcanica e, naturalmente, dalla tradizione italiana.

La rassegna, che comprende 13 concerti tutti a ingresso libero, è promossa dalla Provincia di Modena, dall’Unione Comuni del Sorbara e dai Comuni di Ravarino, San Cesario, Bastiglia, Nonantola, Bomporto e Spilamberto con il contributo della Regione e la direzione artistica di Davide Burani e Andrea Candeli. In caso di maltempo, il concerto si svolgerà all’interno della villa.

Il gruppo degli Aguafria è guidato da Checco Leo, musicista di origini salentine che affianca all’attività jazzistica (al sax) una passione per i ritmi e le armonie popolari affinata alla chitarra flamenco dopo una formazione classica. Lo accompagnano Vincenzo Grasso, al clarinetto e ai sassofoni, e Ovidio Venturoso, alla batteria e alle percussioni.