Sassuolo: il bilancio 2005 di Sat

Sat presenta il proprio bilancio consuntivo, che verrà poi seguito in tempi brevi dagli allegati contenenti il terzo bilancio sostenibile, nato per rendere più trasparenti le attività e chiari gli scopi di un’azienda profondamente inserita nel contesto sociale in cui opera.

Il bilancio d’esercizio relativo l’anno 2005 chiude registrando il raggiungimento d’importanti obiettivi e con un risultato netto d’esercizio migliore rispetto all’anno precedente e alle previsioni del budget. La società, infatti, chiude l’esercizio 2005 con un utile di € 4.614.687, dopo aver accantonato ammortamenti per € 3.776.444 ed imposte per € 3.737.292, facendo segnare un miglioramento rispetto l’anno precedente di circa il 15%. Il valore della produzione, di euro 54,4 milioni, è superiore di quasi l’8% rispetto a quello dell’anno precedente di euro 50,4 milioni. Per quanto riguarda gli andamenti dei principali settori di attività si registra la seguente situazione: nel gas gli utenti attivi sono 51.718 (+1,4%) rispetto ai 50.999 del 2004.

L’acqua potabile erogata è stata pari a mc. 9.487.759, (+1,54%) rispetto 9.343.595 del 2004, le utenze del settore sono aumentate passando da 52.741 a 48.615 (+6,3%), anche per effetto dell’entrata del Comune di Prignano con più di 2.000 utenze (la percentuale di aumento sarebbe stata comunque del +2,0%).
Nel settore ambiente la percentuale di raccolta differenziata sul totale rimane stabile al positivo indice del 44%, considerando anche il territorio montano di Serramazzoni e di Prignano. Il dato totale delle raccolte rifiuti è pari a 76.751 ton., mentre nel 2004 erano state 76.253.
l costo del gas metano non è aumentato nel corso del 2005.

Sono stati eseguiti notevoli investimenti sulle problematiche riguardanti la sicurezza sia essa dei lavoratori che operano in Sat, sia delle reti, sia degli impianti e mezzi che impattano sui cittadini.
Nel 2005 Sat si è impegnata nel rinnovo delle certificazioni di qualità (distribuzione gas metano, conduzione e manutenzione di impianti termici; analisi di laboratorio chimiche e biologiche; servizio idrico integrato) e ha lavorato per la certificazione qualità, sicurezza e ambiente nella divisione ambientale.
Sat si è impegnata anche nel miglioramento della soddisfazione del cliente, attraverso la revisione dei processi e delle procedure di gestione. In collaborazione con un valido istituto di ricerca, ha condotto per il quarto anno consecutivo una campagna di indagine per verificare la reale percezione dei servizi offerti.

Il Presidente di Sat, Rossano Gianferrari, commenta: “Sat conferma anche in questo bilancio le ottime performance che propone già da qualche anno. Dimostra di essere un’azienda strutturalmente bene impostata con una buona efficienza, controllo dei costi e produttività del lavoro. Il punto debole di Sat rimane al momento la mancanza di impianti autonomi di smaltimento dei rifiuti”.