Bologna calcio: i rossoblù ammessi al maxi processo

Il processo sportivo, scaturito dalla vicenda nota ai più come ‘calciopoli’, di fronte i giudici della Caf è stato rinviato a lunedì 3 luglio; nella sedutra odierna i giudici, hanno ammesso al procedimento le società Bologna, Treviso, Lecce, Messina e Brescia come terze interessate.

A chiedere la non ammissione delle società era stato Luigi Chiappero, legale della Juventus, secondo il quale “non vi è automatismo di essere ripescati Non vi è più l’immediatezza, il ripescaggio non dipende più dall’esito delle classifiche ma da 1 serie d parametri”.

Il Bologna si è costituito parte lesa nel tentativo di essere risarcito da quella che la società ritiene essere stata una ingiusta retrocessione in serie B.